Come emettere Fattura nel Regime dei Minimi, regime agevolato dei contribuenti minimi, ritenuta d'acconto nel regime dei minimi,regime dei minimi ed agevolazioni fiscali
 
    
Guida al Regime dei Minimi Come emettere Fattura nel Regime dei Minimi  
 
Come emettere fattura nel Regime dei Minimi Riduci
DAL 1° GENNAIO 2012 I NUOVI MINIMI NON DEVONO PIU' IMPUTARE LA RITENUTA NELLA FATTURA EMESSA AL CLIENTE TITOLARE DI PARTITA IVA!!!

FATTURE DEI CONTRIBUENTI MINIMI VALIDE FINO AL 31.12.2012

Lavoratore autonomo – Indicazione in fatture delle ritenute e dei contributi
L’applicazione ai professionisti del regime dei contribuenti minimi introdotto dalla Legge Finanziaria 2008 (art. 1, commi da 96 a 117) comporta, oltre al divieto di addebitare l’IVA a titolo di rivalsa:
  • l’applicazione delle ritenute a titolo d’acconto dell’imposta sostitutiva, previste dal DPR 600/1973;
  • l’addebito in fattura del contributo integrativo del 2/4% per i professionisti iscritti alle rispettive casse di previdenza o di quello previdenziale del 4% previsto in relazione alla L. 335/1995 per i professionisti iscritti alla gestione separata INPS, da applicarsi al corrispettivo lordo dell’operazione a nulla rilevando che tali soggetti non addebitano l’I.v.a.;
Caso 1.
Professionista – lavoratore autonomo iscritto ad una cassa privata e soggetto ad un contributo integrativo del 2%.
Input:
Compenso – Onorario – Prestazione: €. 2439.02;
Contributo integrativo 2%;
Ritenuta di acconto 20%.
La parte di computo della fattura da emettere si presenta:

Lavoratore Autonomo, libero professionista iscritto ad una Cassa Privata con aliquota al 2 %
Onorario/Compenso € 2.439,02
Contributo Integrativo in misura del 2% € 48,78
Totale Imponibile € 2.487,80
Iva Esente*
Ritenuta diacconto del 20% calcolata su (€ 2.439,02)
Netto a pagare € 2000,00
*Operazione senza addebito IVA ai sensi del c. 100, art. 1, L. 244/2007
N.B. per fatture con imponibile di importo superiore ad €. 77,47 è necessario apporre Marca da Bollo di €. 1.81

Caso 2.
Professionista – lavoratore autonomo iscritto ad una cassa privata e soggetto ad un contributo integrativo del 4%.
Input:
Compenso – Onorario – Prestazione: €. 2439.02;
Contributo integrativo 4%;
Ritenuta di acconto 20%.
La parte di computo della fatturada emettere si presenta:

Lavoratore Autonomo, libero professionista iscritto ad una Cassa Privata con aliquota al 4%
Onorario/Compenso € 2.439,02
Contributo Integrativo in misura del 4% € 97,56
Totale Imponibile € 2.536,58
Iva Esente*
Ritenuta di acconto del20% calcolata su (2.439,02)-€ 487,80
Netto a pagare € 2.048,78
*Operazione senza addebito IVA ai sensi del c. 100, art. 1, L. 244/2007
N.B. per fatture con imponibile di importo superiore ad €. 77,47 è necessario apporre Marca da Bollo di €. 1.81

Caso 3.
Professionista – lavoratore autonomo iscritto alla gestione separata Inps e soggetto ad un contributo integrativo del 4%.
Input:
Compenso – Onorario – Prestazione: €. 2439.02;
Contributo integrativo 4%;
Ritenuta di acconto 20%.
In tale fattispecie la ritenuta d’acconto deve essere applicata anche sul contributo.
La parte di computo della fattura da emettere si presenta:

Lavoratore Autonomo, libero professionista iscritto alla gestione separata
Onorario/Compenso € 2.439,02
Contributo Integrativo in misura del 4% € 97,56
Totale Imponibile € 2.536,58
Iva Esente*
Ritenuta di acconto del 20% calcolata su (€ 2.536,58) -€ 507,32
Netto a pagare € 2.029,26
*Operazione senza addebito IVA ai sensi del c. 100, art. 1, L. 244/2007
N.B. per fatture con imponibile di importo superiore ad €. 77,47 è necessario apporre Marca da Bollo di €. 1.81

 
Syndicate  
 
  Riduci
 
Syndicate  Stampa  
 
 
 
 
Tag Headers Riduci
Stampa  
 
 
 
  Riduci
Persone Online Persone Online:
Visitatori Visitatori: 9
Membri Iscritti: 0
Totale Totale: 9

Online adesso Online adesso:
 
 
 
Visitatori dei siti fiscali e legali Riduci
Free counters!
 
 
Network Fiscale S.r.l. Unipersonale 2012 - 2050 Dichiarazione per la Privacy Condizioni d'Uso